5 consigli per promuovere il turismo di lusso utilizzando al meglio le tecniche del SEO copywriting

Promuovere il turismo di lusso utilizzando al meglio le tecniche del copywriting SEO-friendly è una vincente che consente la selezione del linguaggio più adatto a distinguersi dal turismo convenzionale, identificando contenuti in grado di catturare l’attenzione di una clientela esigente.

 

Si tratta di un approccio che, muovendosi attraverso una profonda conoscenza del pubblico di riferimento, permette di raccontare esperienze esclusive trasmettendo a chi legge entusiasmo e fiducia.

 

Come si fa ad attirare l’attenzione dei viaggiatori del lusso per coinvolgerli nella nostra comunicazione?

 

In oltre vent’anni di carriera nel luxury travel, ho vissuto in prima persona le richieste di viaggiatori esperti, i discerning traveller che hanno già visto tanto e difficilmente si stupiscono. Questi cinque consigli sono un distillato degli elementi chiave che  possono guidarci nella scrittura e che io stessa utilizzo ogni giorno nel mio lavoro di SEO copywriter per il turismo di lusso.

Indice degli argomenti

Luxury Travel B2B o B2C?

Anche nel turismo di lusso il pubblico è un mix di B2B e B2C.

 

Da una parte ci sono le agenzie del lusso e i consulenti di viaggio che fungono da tramite con il viaggiatore e ricercano per lui location, hotel, esperienze o corrispondenti in una determinata destinazione. Dall’altra parte ci sono i viaggiatori, i clienti finali, persone facoltose che cercano direttamente informazioni e ispirazioni sul web per organizzare il proprio viaggio.

 

La terminologia e gli argomenti possono essere molto diversi a seconda che ci rivolgiamo a un pubblico di “tecnici” o a viaggiatori individuali, soprattutto quando la ricerca viene svolta con la finalità di acquistare più che con l’intento di raccogliere informazioni.

 

Gli agenti di viaggio del lusso cercano dettagli sull’esperienza, sull’azienda che offre il servizio e sulla possibilità di avere accesso a informazioni e tariffe a loro riservati.

 

I viaggiatori, invece, cercano esperienze speciali con cui arricchire l’itinerario e vogliono opinioni autorevoli sulle scelte da fare. A loro non può bastare una descrizione del ristorante in stile Guida Michelin, preferiscono scoprire qualcosa sulla vita degli chef premiati, che tipo di ingredienti utilizzano, quale avventura gastronomica promettono. Vale anche la pena ricordare che questo tipo di ricerche inizia spesso quando già si trovano sul posto, un aspetto di cui dobbiamo tener conto nell’ottimizzazione SEO e nella scrittura strategica dei testi.

 

Il copywriting “generazionale”

Il copywriting utilizza tecniche di scrittura strategica che guidano il lettore a provare fiducia, interesse, coinvolgimento, identificazione, fino poi a convincerlo all’acquisto.

 

La SEO è di supporto per il raggiungimento di questi risultati perché consente la scelta di termini e argomenti partendo da ricerche reali fatte sul web, in cui non è difficile distinguere interessi diversi a seconda dell’età degli utenti.

 

La sensibilità verso temi come la sostenibilità, l’etica e l’inclusività sta assumendo un ruolo sempre più centrale nel turismo di lusso, soprattutto per alcune fasce di età.

 

Anche la terminologia può variare in base all’età del target di riferimento. Ad esempio, la parola ‘albergo’ è stata progressivamente sostituita da ‘hotel’ e quasi tutti i Grandi Alberghi hanno cambiato il proprio nome in Grand Hotel. Dunque oggi, parlando di un “grande albergo” possiamo evocare immagini di un lusso raffinato in stile Belle Epoque nel pubblico over 50, là dove le generazioni più giovani potrebbero immaginarsi un ambiente datato e fuori moda.

 

Invece, dal punto di vista strettamente SEO, per il posizionamento organico del testo sui motori di ricerca, la differenza tra albergo e hotel non ha più molto senso oggi. Gli algoritmi dei motori di ricerca sono perfettamente in grado di comprendere che ci riferiamo allo stesso concetto.

 

Per chi legge, però, le parole hanno un valore evocativo. È il motivo per cui in un testo dedicato al luxury travel utilizziamo termini come “esclusivo” e mai termini come “economico”.

Hai un progetto di promozione per il luxury travel? Parliamone!

Parole chiave per il turismo di lusso

Il lavoro da scrittura SEO per il turismo di lusso non è semplice già a partire dalla ricerca delle parole chiave giuste. Spesso i termini collegati ai viaggi hanno un alto volume di ricerca ma sono in gran parte legati al turismo generico.


Anche la diffusa tecnica SEO di dare risposta alle “domande frequenti in rete” non ha una facile applicazione per un settore così di nicchia, perché le domande non sono quasi mai adatte al turismo di alta gamma.

In questo caso l’analisi della concorrenza è un passaggio più che mai fondamentale.


Inoltre, per gli argomenti più comuni, come recensioni di hotel, ristoranti e destinazioni, ci dovremo confrontare con big player mondiali del calibro di Condé Nast e National Geographic.


In questi casi la soluzione può essere quella di affrontare gli stessi argomenti ma con un angle, cioè un’angolazione, più specifica. Per esempio, anziché scrivere dei “migliori ristoranti stellati d’Italia” sceglieremo di scrivere dei “migliori ristoranti stellati d’Italia per vegetariani”.


Oggi, l’avvento dell’Intelligenza Artificiale cambia fortemente il modo in cui le ricerche vengono condotte e questo offre a chi opera nel turismo di lusso l’opportunità di distinguersi inserendo elementi di esperienza diretta nel racconto. Il valore aggiunto dato dall’expertise è un elemento che Google ha indicato come fondamentale per l’esperienza dell’utente su un sito web e certamente si tratta di un concetto valido per ogni tipo di comunicazione.


Il testo multilingue per il pubblico luxury

Partendo dalle considerazioni fatte fin qui, per promuoverci in ambito internazionale dovremmo idealmente scrivere tanti testi per quante sono le lingue e le sfumature linguistiche del nostro viaggiatore del lusso.


Scrivere un testo in inglese per rivolgersi a tutto il pubblico anglofono è possibile solo se trattiamo informazioni tecniche.


Scrivere un testo in inglese per emozionare il pubblico anglofono richiede invece riferimenti culturali, storytelling e utilizzo di parole mirate che cambiano notevolmente a seconda che il cliente sia inglese, americano o australiano.

Utilizza le leve del SEO Copywriting per promuovere la tua offerta luxury

Non tutti i turisti del lusso sono uguali

Per finire, un’ultima considerazione: non tutti i turisti del lusso sono uguali e non tutti i viaggiatori ricchi sono ricchi allo stesso modo!

 

Per alcuni clienti la privacy è essenziale, per altri esibire il proprio status fa parte dell’esperienza. In alcuni casi è sufficiente personalizzare esperienze già testate, in altri casi è necessario creare esperienze mai realizzate prima. Per alcuni il lusso è sfarzo esteriore, per altri è understatement ed esperienze culturali.

 

Anche in questo caso, gli argomenti e lo storytelling devono adattarsi alle esigenze specifiche del nostro pubblico target. Inutile parlare di un esclusivo giro in Ferrari a chi ne ha già due parcheggiate in garage!

Condividi:

Entriamo in Contatto

Continua a leggere

una ragazza seleziona un prodotto scegliendo dal proprio smartphone analizzando il sito web che è riuscito a farsi notare grazie alla seo

SEO per aziende e professionisti

Cos’è la SEO e perché aziende e professionisti ne hanno bisogno? SEO è l’abbreviazione di Search Engine Optimization ed è una parola che racchiude un