L'ottimizzazione del sito web per aumentare il ROI delle fiere MICE come IMEX e IBTM

L’ottimizzazione dei siti web può portare un aumento del Ritorno sull’Investimento a chi partecipa alle fiere MICE come IMEX e IBTM. Infatti,  sfruttando il naturale incremento di traffico al sito che si verifica prima, durante e dopo gli eventi, puoi preparati a trarre il massimo beneficio dal traffico al sito prendendo spunto dalle best practice SEO per ottimizzare il sito web e convertire i visitatori in lead qualificati.

Indice degli argomenti

Strategie digitali: la centralità del sito web nel marketing moderno

Perché dovresti pensare al sito web se le fiere ti permettono di incontrare i clienti di persona? Perché il sito web e i contenuti restano al centro delle azioni di marketing. È sul sito web che atterrano le campagne pubblicitarie, l’e-mail marketing, il social media marketing ed è lì che i potenziali clienti vanno a verificare quello che ti hanno sentito dire in fiera.

 

Per questo è importante che il sito sia in grado di offrire:

  • un’esperienza di navigazione sicura, semplice e veloce
  • contenuti centrati sui concetti chiave che corrispondono agli interessi reali del tuo pubblico
  • immagini reali, ottimizzate e pertinenti

 

Ecco, quindi, cosa non deve mancare al tuo sito web per non sprecare questa occasione di aumentare la visibilità e l’autorevolezza dell’azienda.

 

L’ottimizzazione per la navigazione

La SEO ottimizza il sito web per posizionarli sui motori di ricerca. Google, che è il motore di ricerca numero uno al mondo, ci ricorda costantemente che quello che più conta in assoluto è offrire una buona esperienza di navigazione  ai visitatori del sito.

Per questo, i parametri di valutazione di un sito valgono tanto per le persone quanto per i motori di ricerca e includono, tra gli altri,:

  • velocità di navigazione
  • tempo di attesa per interagire con il sito
  • semplicità di navigazione sul sito
  • accessibilità del sito web
  • qualità dei contenuti offerti
  • pertinenza dei contenuti rispetto a quello che il visitatore stava cercando
  • affidabilità e autorevolezza del sito – e questo è un elemento fondamentale, soprattutto quando sul sito stesso sono possibili acquisti come nel caso degli hotel.

 

L’arrivo dell’Intelligenza Artificiale sta già  modificando il concetto di ricerca in rete, ma il sito web resta ancora un elemento centrale intorno a cui far ruotare le azioni di marketing multi-canale e la comunicazione sul web.

 

Per prepararsi in vista di una fiera dedicata al mondo del turismo MICE, partiamo sempre dalla struttura del sito, un elemento che possiamo considerare dal punto di vista SEO che, più in generale, del web design. Le pagine web devono essere facilmente navigabili su tutti i dispositivi. Avrai notato che i siti hanno praticamente tutti la stessa conformazione: strutture simili permettono agli utenti di navigare in maniera intuitiva perché sanno cosa fare per muoversi all’interno del sito. Per esempio, sanno che cliccando sul logo possono tornare alla home page e che in fondo alla pagina possono trovare una barra con i dati e i contatti dell’azienda.

 

Per questo può esser meglio rinunciare a un elemento grafico in più che abbellisce la pagina ma rende più complicato cliccare su un pulsante o sul menù.  Una pagina “pulita” è più facilmente navigabile.

 

Se hai dubbi sulla struttura del sito attuale, puoi richiedere il parere di un consulente che conosca le best practice della SEO e del web design e, se non hai già una persona di riferimento, puoi contattarmi per un’analisi generale del sito.

Richiedi un check gratuito del tuo sito web

L’esperienza del Visitatore: User Experience e Inclusività

Proviamo a metterci nei panni di chi naviga sul nostro sito e cerchiamo di verificare se è tutto chiaro e “comodo”. Praticamente parliamo di User Experience e di accessibilità, una materia vasta che ha mille sfaccettature, come quella dell’inclusività.

Queste tecniche fanno parte del web design e vengono di solito utilizzate in fase di progettazione del sito, ma è sempre possibile migliorare la User Experience, a volte con piccoli accorgimenti.

Per esempio, utilizzare un carattere troppo piccolo o un colore che risalta poco rispetto allo sfondo rende difficile la navigazione un po’ a tutti, ma sicuramente rende la vita impossibile a chi ha problemi di vista che possono andare da una banale presbiopia all’ipovisione o al daltonismo. Allo stesso modo, tasti troppo piccoli e animazioni possono diventare una sfida per chi non può contare su una mano ferma per cliccare su un punto della pagina.

 

Trovare le informazioni chiave su un’azienda non deve diventare una caccia al tesoro. Chi visita il sito deve localizzare quello che cerca con due o al massimo tre clic dalla homepage perché le statistiche dicono che, se è più complicato di così, abbandonerà il sito.


Contatti e call-to-action: Convertire i Visitatori in Leads

Quando siamo in fiera, lasciamo sempre il nostro biglietto da visita e così anche il visitatore virtuale che approda sul nostro sito web deve trovare facilmente indirizzi e-mail e numeri di telefono. E se il nostro appuntamento in fiera, dopo averci incontrato, dovesse perdere quel biglietto da visita? Sicuramente andrà a cercare i nostri contatti sul sito web ed è lì che possiamo trasformarlo da visitatore in potenziale cliente.

 

Per questo, è buona regola mettere in evidenza i contatti in più punti del sito e sollecitare le interazioni attraverso le call-to-action, cioè quei pulsanti o riquadri che invitano l’utente a contattarci. Disseminiamo le informazioni di contatto in ogni pagina, oltre che nella fascia superiore accanto al menù o nel piè di pagina.

La pagina specificamente dedicata ai contatti dovrebbe includere tutti i contatti disponibili, anche eventuali chat di WhatsApp, i profili social e i numeri dei vari dipartimenti, se ce ne sono diversi in azienda.  

Se nella pagina contatti utilizzi un modulo per raccogliere i dati del visitatore anziché fornirgli direttamente un indirizzo e-mail, puoi far convergere su quel modulo tutti i pulsanti call-to-action “Contattaci” del sito.   


L’importanza delle immagini ottimizzate

Le immagini giocano sempre un ruolo essenziale nei siti web, ma per alcuni settori, come quello dei meeting e degli eventi, hanno una rilevanza cruciale. Utilizza immagini reali e di buona qualità, però attenzione alle dimensioni delle fotografie.


Infatti, immagini di grande dimensione rallentano inutilmente la navigazione. Prima di caricarle sul sito, bisogna verificare che la dimensione dell’immagine sia quella che effettivamente si vedrà a video: inutile caricare una fotografia enorme che sulla pagina occupa invece lo spazio di un francobollo.


Le immagini vanno ottimizzate prima di caricarle ed è meglio che non superino i 100/120kb per migliorare sia l’esperienza utente che la SEO. Esistono molti strumenti online per la compressione. Ne cito uno gratuito che permette sia il ridimensionamento che la compressione delle immagini, ed è iloveimg.com.


Se invece hai bisogno di un’immagine di accompagnamento, come quella di questo articolo, o devi illustrare un servizio per il quale ancora non esiste una documentazione fotografica, oggi è possibile avvalersi dell’Intelligenza Artificiale Generativa e creare un’immagine di impatto per dare un’idea di quello che è possibile fare.


Dal punto di vista strettamente SEO, i motori di ricerca considerano le immagini generate con IA al pari di quelle di stock, quindi non le posizionano nella ricerca, ma per un potenziale cliente un’illustrazione del genere può essere utile, oltre ad attirare l’attenzione. Ricordati di segnalare sempre che si tratta di immagini create da Intelligenza Artificiale magari con una piccola scritta in sovrimpressione o una didascalia.


Se non hai esperienza di IA generativa, posso aiutarti con una consulenza formativa.

Consulenza formativa per l'utilizzo dell'IA Generativa

Preparazione di contenuti specifici per le fiere del M.I.C.E.

Partiamo dalla considerazione che quello che viene detto durante la presentazione in fiera deve essere rintracciabile anche sul sito web. Anche se ci sarà un follow up e anche se il potenziale cliente ha preso appunti. Se il cliente avrà bisogno di quelle informazioni fra settimane o mesi, è molto più probabile che vada a cercarle sul sito web.

 

 

E poi anche prima di una fiera molti, se non tutti, hanno l’abitudine di visitare il sito web per decidere se vale la pena fissare un appuntamento. Perciò è meglio rendere subito disponibili le informazioni chiave, quelle che distinguono un’azienda dai suoi competitor.

Facciamo qualche esempio sulle informazioni da includere.

 

 

I contenuti del sito di un hotel per i planner

Nel caso degli hotel che partecipano alle fiere B2B, il sito dovrebbe contenere le informazioni pensate apposta per gli organizzatori di eventi.  Ecco quello che un planner sogna di trovare sul sito dell’hotel:

 

  • il numero di camere totali oltre che le varie categorie e, idealmente, il numero massimo di camere che è possibile prenotare in ciascuna categoria, un elemento molto importante per chi organizza incentive ed eventi in cui le stanze devono essere simili fra loro

  • i dati di altezza e capienza delle sale meeting ed eventuali ingressi diretti alle sale per setup speciali.
  • le dotazioni delle sale
  • la possibilità di raggiungere l’hotel con i bus e di avere spazio sufficiente alle operazioni di carico e scarico di clienti e bagagli
  • la capacità delle sale dedicate alla ristorazione e gli orari del bar
  • l’esistenza di una eventuale navetta e la frequenza delle partenze

 

 

Sono dettagli che possono far pendere la bilancia in favore di un hotel o di un altro e trovarle già disponibili sul sito è un chiaro indice che chi si occupa del M.I.C.E. conosce i pain point degli organizzatori ed è in grado di collaborare per risolverli.

 

Utilizza parole chiave che attirino l’attenzione sulle informazioni pratiche per dare la possibilità a chi visita il sito di trovare tutto in una sezione dedicata, facile da identificare attraverso il menù.

 

 

I contenuti del sito di un’agenzia di eventi o di servizi specifici

Anche chi rappresenta un DMC, un’agenzia di eventi o un’azienda che offre servizi specifici per il mondo degli eventi aziendali può arricchire il proprio sito web con quelle informazioni che tipicamente gli organizzatori richiedono in fiera o nei sopralluoghi e nei fam trip.

 

Per esempio, se il sito è ricco di foto degli eventi organizzati ma scarno nei testi sarà bene considerare la possibilità di aggiungere contenuto descrittivo alle pagine, specificando le aree geografiche servite, i tipi di eventi gestiti, il modo di lavorare dell’azienda.

 

Sono molto utili anche i case study che possono sottolineare il valore aggiunto dei servizi e la competenza nella risoluzione di problemi specifici dei clienti. Mettere in evidenza questi dettagli serve a distinguersi dalla concorrenza.

 

 

Per aumentare l’autorevolezza nel campo, usiamo il blog in cui è possibile analizzare più in dettaglio un territorio o per mostrare le sfaccettature di un servizio. Il contenuto di un sito è utilissimo sia in fase di marketing che di vendita ma, anche in questo caso, ottimizzarlo secondo le best practice del SEO copywriting è il modo migliore per trarne il massimo beneficio.

 

 

Sicurezza e Conformità

La sicurezza e la conformità del sito dovrebbero essere al primo posto di questa guida, ma li ho inseriti in fondo perché so che le aziende che operano nel M.I.C.E. ne sono ben consapevoli. Adeguare il sito al GDPR con la pagina dedicata alla gestione dei cookie e del trattamento dei dati personali è sempre uno dei primi passi nella costruzione del sito così come assicurarsi che sia utilizzato il protocollo https e non il vecchio http – quella parte che si vede nella barra dell’indirizzo di un sito prima del nome di dominio.

 

 

Anche se ci sono molti aspetti che concorrono all’ottimizzazione di un sito web, possono bastare alcuni ritocchi specifici per prepararlo prima di una fiera o di una serie di appuntamenti con i clienti.

Condividi:

Entriamo in Contatto

Continua a leggere

una ragazza seleziona un prodotto scegliendo dal proprio smartphone analizzando il sito web che è riuscito a farsi notare grazie alla seo

SEO per aziende e professionisti

Cos’è la SEO e perché aziende e professionisti ne hanno bisogno? SEO è l’abbreviazione di Search Engine Optimization ed è una parola che racchiude un